Banca d’Italia – il Turismo in Italia: numeri e potenziale di sviluppo

Fonte: Banca d’Italia

di Petrella, Torrini, Barone, Beretta, Breda, Cappariello, Ciaccio, Conti, David, Degasperi, di Gioia, Felettigh, Filippone, Firpo, Gallo, Guaitini, Papini, Passiglia, Quintiliani, Roma, Romano e Scalise luglio 2019

Il lavoro documenta il peso del turismo in Italia e analizza l’evoluzione dei flussi turistici nel corso degli ultimi due decenni. Si studiano inoltre i tratti caratteristici dei turisti in viaggio in Italia, la capacità ricettiva e la dotazione di attrattive naturali, artistiche e culturali che definiscono il vantaggio comparato del nostro Paese in questo settore. Infine, si discutono l’attuale assetto di governo del turismo e le sfide che le politiche dovranno affrontare nel prossimo futuro.

Dopo circa un decennio di stasi, dal 2010 le entrate turistiche internazionali hanno ripreso a crescere a ritmi sostenuti, soprattutto grazie ai viaggiatori extra-europei che vengono in Italia per vacanze di tipo culturale. L’offerta ricettiva si è notevolmente ampliata. Tuttavia, si evidenziano ancora potenzialità turistiche inespresse, soprattutto nel Mezzogiorno. È cresciuta la concentrazione dei flussi turistici, con un aumento dei rischi di congestione nelle località di maggior richiamo.

Testo della pubblicazione

N. 505 – Turismo in Italia: numeri e potenziale di sviluppo

Print Friendly, PDF & Email

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.