ANAC – settore autostradale in concessione

Atto  di segnalazione n. 6 del 17 luglio 2019

Concernente gli esiti dell’indagine conoscitiva sui concessionari autostradali che hanno realizzato una percentuale di investimenti inferiore al 90% di quelli previsti, come risultante dai dati contenuti nella relazione 2016 del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti sulle “Attività  nel settore autostradale in concessione”

 Approvato  dal Consiglio dell’Autorità con delibera n. 644 del 17 luglio 2019

Conclusioni
Le prime evidenze emerse all’esito dell’indagine svolta con l’obiettivo di verificare l’effettivo perseguimento dell’interesse pubblico sotteso alle gestioni concessorie (necessità di garantire la sicurezza autostradale, con particolare riferimento alla percorribilità di ponti, viadotti e cavalcavia) suggeriscono l’opportunità di prevedere che l’espletamento delle verifiche di cui all’O.P.C.M. 3274/2003 sulle opere d’arte vada effettuato periodicamente, con accertamenti a campione sull’effettuazione di tali verifiche, nonché di prevedere l’obbligo, laddove ritenuto necessario, di intervenire tempestivamente per riportare in sicurezza le opere medesime. Ciò consentirebbe anche di attuare un meccanismo costante di monitoraggio nel tempo degli interventi che, a seguito di quanto rilevato proprio nell’ambito di tali verifiche, vengono poi effettivamente realizzati.
I primi dati elaborati dall’Autorità suggeriscono, altresì, l’esigenza di fornire ai concessionari autostradali indicazioni univoche circa la necessità di uniformare alcune fasi della gestione concessoria, quale, ad esempio, quella relativa alle modalità di determinazione della percentuale di affidamento a terzi.

Documento

Print Friendly, PDF & Email

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.