U. E. – Germania – transizione verso l’energia pulita

BERLINO – L’Agenzia internazionale per l’energia ha pubblicato oggi la sua ultima revisione approfondita delle politiche energetiche tedesche , accogliendo con favore il coraggioso approccio del paese alla sua transizione verso l’energia pulita.

Dall’ultima revisione IEA delle politiche energetiche tedesche, l’Energiewende, tedesco per “transizione energetica”, è stata la caratteristica distintiva del panorama energetico del paese. È un piano impressionante per trasformare il sistema energetico del Paese in uno più efficiente fornito principalmente da energia rinnovabile. Mira a eliminare gradualmente la produzione di elettricità dall’energia nucleare entro la fine del 2022. Più di recente, il governo ha annunciato piani per eliminare gradualmente il carbone entro la fine del 2038.

La strategia nazionale tedesca per i cambiamenti climatici è definita nel Piano d’azione per il clima 2050, che stabilisce un percorso a più lungo termine per la riduzione delle emissioni settoriali, nell’ambito di Energiewende. Rispetto all’anno di base del 1990, gli obiettivi chiave sono raggiungere almeno il 40% di riduzione delle emissioni di gas serra entro il 2020 e l’80-95% entro il 2050. La Germania ha compiuto notevoli progressi nel ridurre le proprie emissioni. Nel 2019, ha registrato il più grande calo delle emissioni di anidride carbonica legate all’energia di qualsiasi paese dell’UE, secondo i dati dell’AIE pubblicati la scorsa settimana.

“La Energiewende ha avuto successo nella generazione di elettricità, dove è stata efficace nell’aumentare sostanzialmente la quota di fornitura di energia elettrica rinnovabile. Per sostenere ulteriormente il ruolo delle energie rinnovabili, il governo dovrà garantire l’espansione della rete di trasmissione e promuovere lo sviluppo della tecnologia dell’idrogeno “, ha affermato il direttore esecutivo dell’AIE, il dott. Fatih Birol, che ha lanciato il rapporto a Berlino con Peter Altmaier, ministro federale tedesco per gli affari economici e l’energia.

Print Friendly, PDF & Email

Comincia la discussione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.